Tutti gli articoli di ugo ercoli

Rivolto ad una roccia

Lo conosco da quasi quaranta anni. Tirava per la Sisport – la Società della Fiat – e si allenava con Giancarlo Ferrari il plurimedagliato Olimpico. Una passione infinita che il trascorrere dei decenni non ha addomesticato. Giampaolo Benvenuti mangia pane ed arco ed ancora oggi che gli “anta” gli sono entrati più che nel vivo non demorde dal suo impegno. Quando arrivò a Firenze ai primi anni ottanta ci allenavamo (scherzi del caso) presso la Fiat a Novoli dove oggi nel nuovo quartiere di San Giuliano c’è anche la piazza “Ugo di Toscana”. Domenica scorsa era in quel di Siena a difendere i nostri colori, stranamente una trasferta solitaria, in quel palazzetto dello sport che in tempi n on lontanissimi ci ha visto gareggiare in 40 di noi con le nostre divise bianco/viola. E’ il nostro Master di ferro che insieme a tutto il suo gruppo amorevolmente chiamato “Brigata Inps” ha in tanti anni arricchito il nostro palmares!
Forza Paolo non demordere e continua ad essere esempio luminoso per tutti i nostri atleti.

A.D.2015

A.D. 2015…

L’Italia e tutti noi non stiamo passando momenti da ricordare…abbiamo visto di meglio certi che per noi ed i nostri figli avremmo avuto un radioso futuro. Le cose non sono andate così ed oggi incontriamo volti tristi, persone sconsolate, giovani che vogliono emigrare alla ricerca di un futuro migliore.
Siamo alla vigilia del 2015, un anno che potrebbe dare una svolta positiva alla nostra Italia ed alla nostra amata Firenze.
Ci avviamo verso l’inaugurazione di “Expo Milano” una vetrina mondiale che dovrà dimostrare all’Europa ed al mondo intero che il genio italico non è morto nel rinascimento. Venti milioni di visitatori…e di questi moltissimi verranno a Firenze, considerata universalmente, una capitale senza frontiere. Occasione unica per una città come la nostra che cerca di rinnovarsi con opere importanti e difficili da realizzare: le varie linee tramviarie, la stazione Foster, l’aereoporto Vespucci, il nuovo stadio e tante altre situazioni che porteranno Firenze veramente neggli anni del 3° millennio. Guarda caso, il 2015 sarà l’anno dei festeggiameti del 150° anniversario di Firenze Capitale del Regno. Occasione da non perdere per riproporci a livello universale. E noi…noi della “Ugo di Toscana” festeggeremo a dicembre del prossimo anno i nostri primi 50 anni di vita!
Chi lo avrebbe mai detto nei tempi del coraggio e delle illusioni…quando i Fratelli Cavini si avviarono a questa splendida avventura. Era il 1965 e tutto poteva finire già nell’anno successivo, quello dell’alluvione! Invece siamo sempre qui, sempre più partecipi nella vita della nostra splendida Firenze, sempre più uniti in un progetto di futuro. Io che ho vissuto e respirato l’aria della nostra Utos fin dal 1967, che ho soffetto con voi nei momenti di carestia e gioito nei momenti di splendore auguro a tutti voi la capacità di mantenre lo spirito che ci ha uniti per tanti anni con la speranza che i nostri nuovi soci abbiano il coraggio e la voglia di studiare la nostra storia riproponendola in tempi moderni come si conviene ad una “veterana di 50 anni” che tanto ha saputo dare alla nostra città!
Ugo Ercoli